Vai al contenuto

Come muoversi in Cina

Viaggiando o vivendo in Cina, scoprirai che, mentre in certe aree c’è una grande scelta di alternative per muoversi, in altre zone c’è in genere una sola opzione realmente accessibile.
Le infrastrutture cinesi stanno diventando sempre più famose in giro per il mondo – e a ragione – ma non ci si può aspettare che connettano tutti i luoghi della Cina tra loro.
Per questa ragione, dovrai sapere come scegliere tra le alternative, che in genere dipendono da dove vieni e dove sei diretto.
In genere la scelta è tra le seguenti:
1. Taxi o DiDi (Uber Cinese): relativamente costosi se paragonati ai trasporti pubblici, ma economici se paragonati agli analoghi occidentali. I taxi sono disponibili tutto il giorno e possono essere prenotati in anticipo per spostamenti particolarmente importanti. A causa dell’enorme chance di rimanere imbottigliati nel traffico delle ore di punta, ricorda di considerare l’orario di prenotazione prima di decidere di entrare in un taxi. Ricorda anche che l’ora di punta non è sempre la stessa in tutte le città. Sia taxi che DiDi sono sconsigliati per le lunghe distanze, dato che i costi lievitano. Se, invece, vuoi guidare tu (un’esperienza particolarmente interessante) allora non ci sono problemi – basta avere la patente di guida cinese. La patente di guida di un’altra nazione (tradotta in cinese da un traduttore autorizzato) verrà accettata come prova delle tue capacità di guida pratiche, ma dato che le leggi sul traffico sono leggermente diverse da qualunque altra nazione, dovrai comunque fare un esame teorico in inglese o in cinese.
2. Bus o tram: molto economici, ma anche loro, come i taxi, soffrono del dramma dell’ora di punta. Muoversi tra le città e fuori dalle zone urbane in bus è conveniente, se paragonato ai treni, specialmente quando si considerano zone dove le ferrovie sono ancora poco sviluppate.
3. Metropolitana: spesso la migliore delle opzioni, se disponibile (che riguarda, a volte, solo aree specifiche delle città), è economica, veloce e puntuale. Assicurati solo che ti porti davvero vicino a destinazione, o dovrai combinarla con un ulteriore tratto in taxi, in bus o in bici anziché camminare per qualche minuto.

4. Treni: perfetti per viaggiare tra le città o spostarsi nelle campagne, ma pressoché inutili per muoversi nelle città. Il gaotie – il treno ad alta velocità – raggiunge velocità tra i 400 e i 450 km/h, è estremamente efficiente e poco costoso, e sta via via rimpiazzando i vecchi treni provvisti di cuccette.
5. Aereo: consigliato solo per i viaggi di lunga distanza, specialmente se non c’è un’alternativa in gaotie. Gli aerei rischiano ritardi, spesso a causa del maltempo, per cui assicurati di poterti permettere un paio di ore di ritardo sul programma. Nota: i voli internazionali non soffrono di queste problematiche.
6. Nave: viaggiare via mare non è più una opzione conveniente in Cina, dato che solo un lato della nazione è bagnato dall’oceano e aerei e treni sono molto più efficienti e rapidi. Tuttavia, alcune delle isole minori possono essere raggiunte molto più facilmente (o esclusivamente) via nave.
7. Bicicletta: spostarsi in bicicletta o in e-bike è molto conveniente in Cina. Molte città offrono apposite corsie parallele alle strade. Tuttavia, a causa del numero enorme di persone che viaggiano in bicicletta tutti i giorni, ti consigliamo di stare attento al traffico, specie agli inizi – non preoccuparti, ci farai l’abitudine. La cosa migliore è che puoi noleggiare una bicicletta o una e-bike con il telefono, e lasciarla una volta raggiunto un parcheggio per bici, i quali si trovano pressoché ovunque.

In province montuose, desertiche o meno sviluppate, come Tibet, Gansu e Mongolia interna, dovrai adattarti ad alternative specifiche del luogo per gli spostamenti locali – ti consigliamo in questo caso di rivolgerti sempre a una guida professionista della zona.

Lascia un commento