Vai al contenuto

Idols, scandalo Alibaba e Hi-Tech. L’ultima settimana in Cina

Il settore cinese degli Idols e le pratiche illegali che vi sono dietro

L’Amministrazione Centrale del Cyberspazio cinese ha recentemente chiuso più di 1300 gruppi e sistemato più di 4000 account illegali. Un’operazione che mirava a correggere i cattivi standard nel business degli Idols in Cina. Per chi conosce l’ambiente online in Giappone e Corea, questo non dovrebbe sorprendere. La Cina, come gli altri due paesi asiatici, ha avuto una crescita cospicua nel settore degli Idols. Tuttavia, poiché molti fan sono minorenni (l’8% dei netizen minorenni sono fan di uno o più idol) o adulti estremamente giovani, l’influenza delle star cinesi può essere estremamente pericolosa. Inoltre, alcune aziende del settore hanno commesso diverse pratiche illegali. Tra queste, account di fan falsi o pagati per fungere da leader per i veri fan al fine di spingere per raccolte fondi o flammare online con i fan di idols rivali. Se la mossa correttiva avrà successo, allora gli idols cinesi diventeranno un’energia molto più positiva per le nuove generazioni. [People’s Daily]

Un altro scandalo Alibaba porta alla luce problemi più complessi

Nelle scorse settimane uno scandalo Alibaba ha ricevuto molta attenzione nel web cinese. Una dipendente ha riferito di aver ricevuto molestie sessuali da un manager e da un cliente. Ha denunciato il problema alla polizia dopo che le risorse umane non hanno gestito il problema rapidamente. Di conseguenza, entrambe le aziende hanno licenziato i sospetti. Due dirigenti che hanno gestito male la situazione hanno scelto di dimettersi. Tuttavia, le ultime notizie della polizia specificano che non ci sono ancora prove di molestie sessuali. Ha anche portato alla ribalta alcuni problemi più grandi legati a questa situazione. Lo scandalo Alibaba non è importante solo per l’azienda di per sé, ma anche perché presenta quali saranno i nuovi problemi del futuro. In primo luogo, le aziende come Alibaba dovrebbero poter possedere, partecipare o influenzare giornali e social media? Se sì, come evitare che usino la loro influenza per impedire che notizie simili ricevano la giusta quantità di attenzione? In secondo luogo, il modo di far business della generazione passata dovrebbe essere più flessibile così da rispettare gli standard e le idee della nuova generazione? [Global Times]

Le nuove CPU progettate in Cina a marchio Loongson

Loongson 3A5000: il nome del nuovo processore quad-core interamente progettato in Cina rilasciato solo il mese scorso. Viene considerato alla stregua di una CPU Intel di 6a Generazione. Di certo niente di esaltante, ma la vera news è che l’architettura utilizzata è interamente fatta in Cina. Quest’architettura si chiama LoongArch, e somiglia all’x86 e ad Arm. Il processore è considerato utile per l’installazione su laptop, server e altro. Questo significa che si tratta di un passo avanti molto importante per una futura produzione locale senza necessità di licenze da parte di aziende straniere. Nuovi modelli di questo processore, come il 16-core 3C5000, saranno molto più interessanti. Dovremo saperne di più già quest’anno. [techspot.com]

Il processore 3A5000 della Loongson. Fonte: HKEPC

2 morti in 2 settimane su auto NIO

In appena due settimane due incidenti mortali hanno coinvolto la casa automobilistica NIO. La funzione NOP (Navigate on Pilot), che implica che l’auto richieda un’attenzione costante da parte del conducente, è stata accusata di essere la causa principale di questi e altri incidenti minori online. Un conducente NIO che ha avuto un incidente minore in passato ha affermato online che i conducenti tendono a rilassarsi quando l’auto sembra essere in grado di gestire tutto da sola. Ma non è così. La società ha dichiarato che gli incidenti dovrebbero essere prima indagati dalla polizia stradale, poiché NOP non è equivalente alla guida autonoma e quindi l’attenzione del guidatore è fondamentale in ogni momento. In passato anche Tesla è stata coinvolta in incidenti simili. [Sina Technology]

Treni ad alta velocità operano senza problemi a -40°C

Il 15 Agosto, il treno ad alta velocità Fuxing modello CR400BF-G ha passato un nuovo test. Una sua versione adatta a temperature molto basse, al ghiaccio, e alla neve è riuscita a operare correttamente e senza problemi anche a -40°C. La serie CR400 è tecnicamente capace di raggiungere i 400 km/h costanti, ma al momento opera con un limite a 350 km/h. I primi modelli sono entrati in servizio solo 5 anni fa. [People’s Daily]

Lascia un commento