Vai al contenuto

Il nuovo film di Mulan è un insuccesso globale?

La storia di Hua Mulan è molto antica. Le leggende la collocano tra il quarto ed il sesto secolo D.C. La storia, raccontata nella Ballata di Mulan, ha ispirato giovani di tutta la Cina per millenni. Relativamente di recente, grazie alla versione animata della Disney, la leggenda è diventata un successo mondiale. Poche settimane fa è uscito un nuovo live action, sempre prodotto da Disney. Al di là delle enormi potenzialità del progetto di raggiungere un successo incredibile, le cose non sono andate come previsto da molti.

Pietà filiale e femminismo: la storia di of Hua Mulan

Hua Mulan è una giovane cinese che sceglie di prendere armi ed armatura del proprio anziano padre, così da evitare che rischi la morte sul campo di battaglia. Si traveste da uomo, dato che una donna non potrebbe servire nell’esercito. Il cartone animato Disney Mulan mostra una buona porzione della storia di Mulan.
Nel cartone, la vera identità di Mulan viene scoperta da un ufficiale. Questo crea diversi problemi.
Primo, come può una donna travestirsi da soldato e non venir notata da burocrati o altri soldati?
Secondo, come può una donna essere un soldato? In quel periodo era ancora una professione maschile, dopotuttto.
Anche se il primo punto non viene discusso molto, il secondo ha una risposta chiarissima: no. Una donna non può essere un soldato, senza nessuna eccezione.

Hua Mulan nel cartone Disney Mulan
Hua Mulan nel cartone animato Disney Mulan. Fonte: princess.disney.com

Da buon classico Disney, le cose vanno per il meglio e Mulan diventa l’eroina della nazione e trova anche l’amore.
Un lieto fine, con Mulan che protegge il padre dai rischi della guerra, serve la sua patria, trova il vero amore e, cosa più importante, dimostra che le donne sono capaci tanto quanto gli uomini. Sia il femminismo sia la pietà filiale sono concetti chiave del cartone.

Divergenze dalla storia originale

Nella storia originale, però, Mulan non fu mai scoperta durante i 12 anni di servizio. La sua identità è rimasta nell’ombra. Alla fine della guerra, rifiuta l’opportunità di far carriera data dall’imperatore (che, da veterana quale era, le spettava di diritto). E così, la giovane donna torna a casa. Solo allora, rivelandosi alla famiglia, la sua identità viene scoperta da alcuni dei compagni.
Anche nella storia originale, la pietà filiale è molto importante. Il femminismo non sarà predominante come nel cartone, ma è chiaramente centrale nella storia. L’originale Hua Mulan non sarà diventata l’eroina di tutta la Cina, ma ha servito la propria patria alla pari dei suoi compagni maschi, un punto che la ballata ricorda chiaramente verso la fine della storia.

Perché Mulan è fallito in Occidente

Il live action non ha ricevuto un incredibile successo. Il più grosso problema, previsto da Disney stessa, era riuscire a fare un film che potesse accontentare sia fan cinesi che non cinesi.

Liu Yifei è Hua Mulan nel nuovo live action Disney
Liu Yifei, attrice sino-americana, è Hua Mulan nell’ultimo live action prodotto da Disney. Fonte: comingsoon.it

Le cose sono andate diversamente, e l’attrice principale – Liu Yifei – è stata attaccata dagli occidentali più volte sui social media. Questo a causa di un suo tweet, che implicava una posizione opposta a quella della rivolta di Hong Kong. Il fatto che un’attrice famosa come Liu Yifei si mettesse dalla parte della polizia di Hong Kong fece adirare tante persone, che promisero di boicottare il film come risposta.
La Disney non è chiaramente cinese. Non ha ragione di venir criticata per le opinioni di un’attrice. Tuttavia, il film fu comunque criticato pesantemente per diversi mesi. Problemi simili sono accaduti altrove, coinvolgendo altre personalità famose da uno o dall’altro lato della battaglia social.

Un biglietto costoso, ma niente poltrona

Le critiche sono aumentate con la decisione di Disney di pubblicare il film sull’app Disney+, forzando chiunque volesse vederlo a pagare un abbonamento al servizio prima, assieme ad un’ulteriore tariffa per vedere il film stesso. In molte nazioni il film non è stato disponibile nei cinema, a causa del lockdown. Per questa ragione, molti hanno dovuto pagare tra 1.5 e 3 volte il prezzo normale al botteghino. E senza una poltrona su cui sedersi o un maxischermo, ma dovendosi adeguare a quel che avevano in casa.
Un’altra problematica importante è che molti in occidente si aspettavano una storia più coerente col cartone originale. Effettivamente, quasi tutto ciò che si sa in occidente su Hua Mulan viene proprio dal cartone Disney, e il live action si basa chiaramente su quello. Ma le differenze sono molte, e colpiscono diversi gruppi di fan. Il cartone si basava su pietà filiale e femminismo. Lavorando duro e grazie alla furbizia, Hua Mulan diviene un’eroina e salva la nazione (e la civiltà stessa). Invece, a detta di molti critici, i punti focali sono diventati il Qi e la predestinazione.
Di conseguenza, anche se entrambi i prodotti Disney si basano sulla stessa storia e condividono molti dettagli, il messaggio è molto diverso. Alcuni in occidente dicono che Disney abbia fatto un film solo per l’audience cinese. IMDb, un sito di recensioni sui film, dà un punteggio di 5.4/10.

Perché Mulan ha fallito anche in Cina

Liu Yifei non è bastata a salvare il film in Cina. Alcuni concordano che la sua presenza abbia assicurato una buona porzione del successo. Tuttavia, il film è fallito per diverse ragioni. Le più importanti sono proprio le stesse degli occidentali. Da una prospettiva cinese, un film prodotto da Disney su Hua Mulan non dovrebbe avere determinate prospettive sul Qi e le arti marziali, che infatti si basano su fonti molto diverse di ispirazione e si allontanano parecchio dai concetti cinesi originali. Gli influencer hanno attaccato sia il comparto tecnico che la trama.
Douban, un sito cinese simile ad IMDb, dà 4.9/10, avvicinandosi parecchio ai risultati di IMDb.
In questo periodo, un successo di Mulan avrebbe potuto smuovere occidente e Cina verso una piccola riconciliazione, o almeno provarci.
Invece, sembra che sia dal fallimento che possiamo notare, al di là delle differenza tra oriente e occidente, che i due opposti sono più simili di quanto non sembrerebbe.


Lascia un commento