Vai al contenuto

Il PIL cinese crescerà dell’8% nel 2021?

Diversi economisti cinesi hanno affermato che il PIL cinese dovrebbe crescere dell’8% nel 2021. Ciò compenserebbe il basso aumento del 2% del PIL del 2020. In tempi normali, la crescita della Cina supera il 5-6%, quindi è un tasso di crescita particolarmente elevato.

Il PIL cinese nel 2021 dipende dalle prime reazioni della Cina alla pandemia

Non c’è da meravigliarsi che la Cina sia l’unico grande paese a crescere.
Prima della pandemia cresceva più velocemente dei paesi sviluppati e ha mantenuto una crescita costante per più di 40 anni. La pianificazione a lungo termine è una delle competenze fondamentali dei burocrati cinesi.
Ciò ha ripagato la lotta alle emergenze per tutto il 2020: mentre il PIL è diminuito del 6,8% nei primi tre mesi del 2020, è tornato in pari nel terzo trimestre dello stesso anno. Inoltre, la dipendenza relativamente modesta della Cina dal commercio estero le ha permesso di continuare a crescere anche durante il COVID-19. Questo grazie all’aumento della domanda interna tramite sussidi e altre iniziative.

Liuwen e Liubao sono riusciti a mantenere stabile l’economia cinese

Liuwen e Liubao (sei punti da stabilizzare e sei punti da garantire) hanno contribuito a stabilizzare l’economia cinese.
La Cina ha creato 9 milioni di posti di lavoro nei primi 9 mesi dell’anno. I liubao erano chiaramente operazioni dirette a breve termine per garantire il superamento della crisi del coronavirus durante il suo periodo peggiore per la Cina. I liuwen, invece, influenzeranno ancora molto la direzione della Cina nel medio e lungo termine.

L’ostilità straniera fermerà il PIL cinese nel 2021?

Molti economisti che hanno sottolineato la potenziale crescita dell’8% per la Cina nel 2021 hanno anche sottolineato un fattore di rischio: l’ostilità straniera. Considerando che il presidente eletto Biden non ha pianificato di ridurre le tariffe commerciali stabilite dal presidente Trump, esiste la chance che gli USA continueranno ad essere un fattore importante contro la crescita cinese.

This image has an empty alt attribute; its file name is gdpincreaseperyearconfrontation19612018-2-1024x570.jpg

Se la crescita futura della Cina sarà dell’8% o meno è totalmente discutibile. Tuttavia, considerando come è andato nel 2020, non molti potrebbero considerare possibile una recessione economica nel 2021 per la Cina. Dopo tutto, la Cina ha superato non solo l’inizio della pandemia, ma anche terremoti, inondazioni e altri disastri – e mantenuto un trend positivo a fine anno.

Lascia un commento