Vai al contenuto

L’Anhui: il futuro centro logistico della Cina orientale?

L’Anhui è una provincia della Cina orientale senza sbocchi sul mare. Il territorio dell’Anhui è stato parte della Cina fin dalle prime dinastie, ma per la maggior parte del tempo, questo era diviso in diverse province dai governi cinesi. La dinastia Qing, nel XVII secolo, fu la prima a considerare Anhui come una singola provincia. La capitale è Hefei.

Mappa delle province, municipalità, regioni autonome e regioni amministrative speciali della Cina. Fonte: chokkicx / Getty Images

L’etnia Han compone la stragrande maggioranza dell’Anhui. Vi è però una consistente minoranza Hui.

L’Anhui: un forte contrasto tra sud e nord

I due fiumi principali dell’Anhui – lo Yangtze e l’Huai – lo attraversano rispettivamente a sud e a nord. La parte settentrionale dell’Anhui è pianeggiante e molto popolata. Il sud, invece, è meno ospitale a causa del territorio montuoso. Il cima, di conseguenza, è ben diverso tra sud e nord: tuttavia, in generale, si può dire che è temperato.
Anhui's Huangshan, a world heritage site
L’Anhui ha una popolazione paragonabile ad una grande nazione europea, circa 60 milioni di abitanti. Attorno a 8 milioni vivono nell’area della capitale.

Manifattura e prodotti Hi-Tech: saranno abbastanza per cambiare le cose?

La produzione dell’Anhui include l’automotive, con marchi come Chery, uno dei più grandi della Cina. Vi sono anche prodotti hi-tech, oltre all’agricoltura, basata su grano, patate dolci e riso. La presenza di minerali quali ferro e rame incoraggiano l’industria, ad esempio la siderurgica.
L’economia dell’Anhui soffre da una carenza tradizionale di infrastrutture ed è rimasta indietro rispetto ai suoi vicini. Il primo ponte sul fiume Yangtze è stato completato poco meno di 30 anni fa. Recentemente c’è stato anche un grosso miglioramento delle linee ferroviarie, con l’inclusione di servizi ad alta velocità. Un’eccezione a questa regola è data dalla presenza di molte autostrade, che rendono l’Anhui un vero e proprio snodo strategico per i trasporti su gomma. Con la presenza delle nuove ferrovie ad alta velocità, questa posizione è rafforzata, il che significa che l’economia dell’Anhui ha una buona chance di recuperare il distacco.
Zone Speciali di Sviluppo Economiche e Tecnologiche si trovano nelle città di Hefei e Wuhu, con un ulteriore focus sull’industria pesante, la logistica e le spedizioni.

Siti storici e un focus sulla tradizione cinese

Anhui's capital city of Hefei
L’attrazione turistica principale dell’Anhui è Huangshan (letteralmente Montagna Gialla). Huangshan è patrimonio dell’umanità ed è famosissimo in Cina: è facilmente accessibile da Shanghai via aereo e via treno. Grazie ai suoi templi antichi, viste mozzafiato e la presenza di specie a rischio, Huangshan è un luogo interessante per tipi molto diversi di turismo.
Le antiche città di Hongcun e Xidi sono altri due patrimoni dell’umanità dell’Anhui, con edifici risalenti alle dinastie Ming e Qing.
L’Anhui è inoltre famoso per i suoi prodotti di calligrafia cinese, come la carta e l’inchiostro.
L’antica opera lirica Hujiu, comune un tempo nella zona di Huizhou (nell’Anhui meridionale) ha influenzato la molto più famosa Opera di Pechino.

L’Anhui è una provincia criticata da alcuni, a causa della presenza di vicini ricchi come il Zhejiang ed il Jiangsu, che hanno un’economia in effetti più sviluppata. Tuttavia, i suoi problemi maggiori – le infrastrutture – sono stati risolti o in corso di risoluzione, e c’è un miglioramento costante. Questo significa che è possibile che l’Anhui riesca a recuperare terreno sui propri vicini. Sfruttare la posizione geografica dell’Anhui porterebbe a farlo maturare in un hub logistico di grande importanza nella Cina orientale.
Per poterlo fare, tuttavia, probabilmente sarà necessario prima diventare un polo economico e cercare di attirare lavoratori competenti dalle province vicine.

Lascia un commento